Di Francesco Di Stefano. Nelle ultime ore in Parlamento, è stato messo in atto l’ennesimo scempio. È stata tradita la fiducia del popolo italiano che vota. Uno dei tanti scivoloni, che certificano come i Parlamentari pensino solo ai propri interessi di poltrona e non a quelli del popolo.  Tre parlamentari ( Federica Zanella, Laura Ravetto e Maurizio Carrara) hanno deciso di passare da Forza Italia alla Lega. Tutto questo solo perché, la Lega e di conseguenza Matteo Salvini stanno avendo un consenso maggiore rispetto a Forza Italia, quindi pur di tenersi stretta la poltrona e pur di venire rieletti in Parlamento, tradiscono la fiducia dei loro elettori. Questa è una cosa indecente ed è l’ultimo di una serie dei tanti accordi politici che fanno solo l’interesse dei parlamentari e non quello degli elettori. Il pensiero va subito al governo giallo-verde (Cinque Stelle- Lega) e giallo-rosso (Cinque Stelle- PD).

Laura Ravetto, ha rappresentato un pezzo di storia  importante di Forza Italia e quando un politico così centrale per quel movimento tradisce, fa capire come la politica italiana sia solo una truffa e di come si prenda gioco delle persone che votano. In un momento storico così delicato per il nostro Paese e per tutto il mondo, la preoccupazione dei nostri parlamentari è quella di tenersi stretta la poltrona e fare di tutto pur di non lasciare il Parlamento e il loro vergognoso stipendio.

I tre parlamentari hanno motivato la scelta dicendo che nella Lega verrà data a loro la possibilità di continuare a portare avanti al meglio le battaglie politiche in cui hanno sempre creduto in aula e sui territori. Nessuno crede più alle motivazioni che vengono date, poiché ormai gli italiani non hanno più fiducia di chi li rappresenta e non ne hanno più della politica italiana.

Questo ormai è un mal costume vergognoso e scandaloso  che si verifica in questo Parlamento.