Di Mattia Liberti

Rui Patricio – 6: non arrivano molte conclusioni dalle sue parti ma è sempre concentrato e sicuro, rischia molto in una giocata con i piedi all’84’ complice il terreno non perfetto. CERTEZZA

Karsdorp – 6: solita partita di quantità con tanta corsa in entrambe le fasi, sbaglia qualche cross e prende un giallo per proteste evitabile nei minuti di recupero. INSTANCABILE

Ibanez – 7: aggressivo e concentrato per tutti i 90 minuti, annulla Osimhen seguendolo ovunque. OMBRA

Mancini – 7: cattiveria e personalità, non sbaglia quasi niente e al 60’ salva un gol fatto a due passi dalla porta, rimediando anche una tremenda botta alla nuca contro il palo. LEONE

Vina – 6,5: al 19’ si fa saltare troppo facilmente da Politano e lo stende concedendo una punizione pericolosa, poi gli prende le misure e lo contiene per tutta la partita. Bene anche in fase offensiva, scende con convinzione e mette un paio di cross pericolosi. SOLIDO

Veretout – 6: partita discreta del francese, pressa alto e recupera diversi palloni ma in fase offensiva ha qualche imprecisione. UTILE

Cristante – 7,5: migliore in campo in assoluto, preciso in fase di costruzione e aggressivo in fase di interdizione, detta i tempi della squadra e recupera palloni preziosi. GIGANTE

Zaniolo – 6,5: ogni volta che parte palla al piede sembra inarrestabile, a volte esagera e sbaglia alcune scelte, ma la sua condizione migliora di partita in partita. TRATTORE

Pellegrini – 6: da uno come lui ci si aspetta di più, troppe volte impreciso in fase di rifinitura, partita comunque sufficiente. SENZA INFAMIA E SENZA LODE

Mkhitaryan – 5: non riesce mai a saltare l’uomo in tutta la partita, nel secondo tempo prova a rendersi pericoloso con una conclusione dalla distanza che Ospina neutralizza facilmente. SOTTOTONO

Abraham – 5,5 (Shomurodov dall’86’: SV): con la caviglia dolorante stringe i denti e resta in campo per 86 minuti facendo una buona partita, pesa sul giudizio della sua prestazione il gol divorato al 28’ a tu per tu con il portiere. DEVE FARE DI PIU’

El Shaarawy – 5,5: entra al 66’ al posto di Mkhitaryan ma non riesce ad incidere. RIMANDATO

Mourinho – 6: trasmette carica e grinta alla squadra, tarda a far uscire uno spento Mkhitaryan dal campo, si fa espellere dall’arbitro per proteste. NERVOSO