Di Luigi De Vincentis. Una grandissima vittoria per i bianconeri. La Juventus dopo la figuraccia a Londra contro il Chelsea si riscatta alla grande. La vittoria di stasera contro il Malmoe consegna il primo posto nel girone e un buon bottino per il mercato di gennaio. I bianconeri continuano la striscia positiva, arrivata a tre partite di fila con una vittoria. Questa volta il distacco è minimo. Decide un gol di Kean, che francamente poteva farne altri due se solo avesse sfruttato le altre occasioni avute. Oggi Allegri cambia di nuovo modulo, schierando un inedito 4-3-3. In porta Perin esordisce in Champions League con un clean sheet e con una prestazione positiva. Sempre attento e reattivo nelle uscite. In difesa si sente la mancanza di un terzino come Pellegrini. Alex Sandro va benissimo per fare la riserva, ma da titolare è inguardabile. Non crossa, non verticalizza e non riesce mai a vedere gli inserimenti dei compagni. L’unica cosa che sa fare è passare il pallone in orizzontale o indietro. In difesa Rugani e Bonucci lasciano molte occasioni ai giocatori del Malmoe, sfortunatamente non sfruttate. Sull’altra fascia molto bene De Winter, al suo esordio con la prima squadra bianconera. Arthur, dopo tante partite in panchina in serie A, torna titolare e, eccetto qualche errore, compie una prestazione nel complesso sufficiente. Bernardeschi continua a vivere una seconda primavera calcistica. Ottimo l’assist per il gol di Kean, oltre a una prestazione davvero superba. Rabiot invece è il peggiore del centrocampo. Aveva promesso prestazioni migliori, che almeno per il momento non si sono viste. Dybala gioca solo il primo tempo e poi viene sostituito da Allegri. Non si sa il motivo, si spera però non sia un problema fisico. Il suo sostituto, Alvaro Morata, ancora una volta è scandaloso. Ha sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare. Tante occasioni non sfruttate e tanti errori. Si vede che non è ancora tranquillo e le sirene di mercato che vedono tanti attaccanti accostati alla Juventus sicuramente non lo aiutano. Si rivede anche De Sciglio dopo l’infortunio. Non ha fatto una prestazione top ma la condizione fisica ancora non c’è. Cuadrado invece entra bene in partita ma ha avuto poche occasioni e pochi tentativi di superare l’uomo. I due giovani Da Graca e Miretti, nonostante il poco tempo avuto a disposizione, hanno provato a mettersi in mostra. Allegri prepara alla grande la partita. La Juventus doveva vincere e lo ha fatto. Ora testa al campionato, con una convinzione: i bianconeri ci sono davvero.