Di Giacomo De Santis e Federico Manzi.

PAU LOPEZ :5.5; nel complesso gioca una buona partita, condita da alcune parate notevoli, ma l’errore grossolano sul rinvio regala il match al Milan;

FAZIO :5; parte bene ma poi va in calando, al 41’ concede un rigore per un fallo, prendendo anche un giallo; al limite dell’area che compromette tutta la partita (dal 62’ Bruno Peres=5,5; entra e non commette particolari errori, ma il gioco nel complesso non migliora);

CRISTANTE :5,5; partita incolore per l’italiano, che non cerca mai uno spunto o una giocata;

MANCINI :6; il migliore della fase difensiva della Roma, si impegna e cerca di spingersi spesso in fase offensiva;

KARSDORP :5.5; soffre fin dall’inizio sulla sua fascia l’inarrestabile Theo Hernandez  senza mai riuscire a contrastarlo con successo. Mai pervenuto in fase offensiva

VERETOUT :6,5; un gran gol e una buona prestazione, che però non regala nulla di fatto alla Roma (dal 79’ DIAWARA :S.V.; entra in campo e gestisce pochi palloni, senza creare, nel bene e nel male, nulla);

VILLAR :6; gestisce bene la palla, ma gli manca sempre quello spunto in più per creare una chance decisiva (dal 70’ EL SHAARAWY :S.V.= anche se gioca quasi 25 minuti di gara, tocca pochissimi palloni, quasi nessuno, per essere valutato);

SPINAZZOLA :6; prestazione un po’ sotto le sue possibilità rispetto al solito, nonostante l’assist per il gol di Veretout;

PELLEGRINI :5,5; non una prestazione da ricordare quella del capitano della Roma questa sera, che dopo un primo tempo molto al di sotto delle sue capacità, recupera un po’ nel secondo, senza però mai incidere, prende un giallo nel finale. Ci si aspetta sicuramente di più da colui che dovrebbe essere il trascinatore di questa squadra;

MKHITARYAN :6; è il giocatore che tra gol in fuorigioco, falli in attacco, che gli procura un giallo, e un rigore dubbio non dato, ha più occasioni di incidere per la Roma, senza portare a casa però nè gol nè assist;

BORJA MAYORAL :5; una delle prestazioni più incolore da quando è a Roma, soffre tantissimo Tomori e compagni, e non riesce a toccare quasi mai il pallone (dal 79’ Pedro=S.V.; stesso discorso di Stephan, pur giocando quasi 20 minuti non tocca quasi mai la palla).

PAULO FONSECA : 5; con questa sconfitta sale a 8 la striscia senza vittorie della Roma contro una grande squadra. L’allenatore portoghese non supera l’ennesimo esame di maturità commettendo errori, ieri sera, da tutte le parti: sbagliato l’atteggiamento che, come un film visto e rivisto, rimane sottotono e con la sola paura di prendere gol appena si alza il livello della squadra che si va ad affrontare

ARBITRO GUIDA :5.5; VAR sì o VAR no e perché utilizzato in alcuni casi ed in altri no? Sicuramente il signor Guida, della sezione di Torre Annunziata, ha gestito il match in maniera esemplare per buona parte della gara, mantenendo sempre un pugno duro con i giocatori in campo, come dimostrato anche dai sei cartellini gialli rifilati. Ma una cosa non torna: perché utilizzare il VAR per concedere poi il rigore (giusto) al Milan e non utilizzarlo, invece, dall’altra parte a favore della Roma (rigore altrettanto giusto)?